Vai direttamente ai contenuti della pagina

seguici su:

Cinque per mille - Anno 2013


Il decreto-legge del 6 luglio 2012 n. 95 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012 n. 135 ha destinato le risorse complessive di  € 400.000.000,00 per l'erogazione del "5 per mille dell'IRPEF" per l’anno 2013.

Anche per l'esercizio finanziario 2013 si applicano le disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 131 dell'8 giugno 2010.

Il 14 maggio 2015 l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli elenchi degli ammessi e degli esclusi di competenza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con l'indicazione delle scelte e degli importi spettanti a ciascun beneficiario.

Il 5 per mille dell’anno finanziario 2013 verrà erogato nel corso del 2015 e del 2016 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il tramite dell’Agenzia delle Entrate a seguito della trasmissione degli elenchi dei soggetti che hanno comunicato le coordinate bancarie (IBAN) valide alla stessa Agenzia. L’Agenzia delle Entrate ha iniziato la trasmissione degli elenchi relativi ai pagamenti dei soggetti con coordinate bancarie (IBAN) valide. Gli elenchi degli enti per i quali è stato disposto il pagamento sono consultabili nel sottostante collegamento Elenco dei pagamenti effettuati.

Il Ministero del Lavoro si riserva di erogare il contributo del cinque per mille di importo inferiore a mille euro agli enti che non hanno comunicato le coordinate IBAN all'Agenzia delle Entrate e che nella richiesta formulata con il modulo enti privi di conto corrente dichiarano esplicitamente di non avere e di non volere un conto bancario/postale. In tal caso il pagamento avverrà in contanti al legale rappresentante dell'Ente presso la cassa della Tesoreria provinciale della Banca d'Italia. La somma dovrà essere obbligatoriamente riscossa entro e non oltre due mesi dall’arrivo dell’accredito in tesoreria.

 

Elenco dei pagamenti effettuati