Vai direttamente ai contenuti della pagina

seguici su:

Accertamento invalidità

 

Con il Decreto Ministeriale del 2 Agosto 2007 dei Ministri dell’Economia e delle Finanze e della Salute (pubblicato sulla G.U. del 27 settembre 2007) sono state individuate le patologie rispetto alle quali sono escluse visite di controllo sulla permanenza dello stato invalidante.

Il provvedimento, che individua dodici gruppi di patologie per le quali non saranno più necessari i controlli periodici, intende evitare ulteriori accertamenti per le persone la cui condizione di disabilità abbia determinato una invalidità permanente ed irreversibile.

Sarà cura dell’INPS acquisire presso le Aziende sanitarie la relativa documentazione, al fine di verificare che la condizione accertata sia rispondente a quanto previsto dal decreto, disponendo in tal caso l’esonero definitivo da ulteriori visite di controllo o di revisione. Qualora la documentazione sanitaria venisse ritenuta incompleta, l’INPS potrà richiedere alle persone interessate ulteriori certificazioni integrative.  

Importante novità in materia, introdotta nel nostro ordinamento dal DPR 30 luglio 2012 n. 151 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 agosto 2012  n. 203), è il Contrassegno Unificato Disabili Europeo per la circolazione e la sosta dei veicoli, in conformità al modello europeo previsto dalla Raccomandazione del Consiglio Europeo del 4 giugno 1998