Vai direttamente ai contenuti della pagina

seguici su:

Programmi di formazione all'estero per extracomunitari residenti nei paesi di origine

Progetti di formazione pre-partenza

 

Nell'ambito del "Fondo Europeo per l'integrazione di cittadini di Paesi Terzi 2007- 2013" (FEI), il MLPS ha promosso - nei Paesi con cui sono stati sottoscritti o stanno per essere conclusi Accordi in materia migratoria - interventi di formazione linguistica e professionale in favore di cittadini stranieri residenti nei paesi di origine dei flussi migratori, finalizzati all'ingresso in Italia per motivi di lavoro.

L'art.23 del Testo Unico dell'immigrazione, (D.Lgs 25 luglio 1998,n.286) prevede infatti l'assegnazione di quote d'ingresso riservate agli stranieri non comunitari residenti all'estero che abbiano completato appositi programmi di istruzione e formazione nei Paesi di origine.

Gli enti attuatori di tali progetti, hanno avviato all'estero dei percorsi di formazione linguistica ed educazione civica di base, rivolti ai cittadini stranieri in possesso dei requisiti previsti per l'ingresso in Italia, con l'obiettivo di supportare e facilitare il loro percorso di inserimento in Italia. L'attività di formazione linguistica risponde ai criteri stabiliti dal Quadro comune europeo per le lingue in modo da rispettare gli standard qualitativi per il raggiungimento del livello di conoscenza "A1 - livello elementare di base".

I candidati che conseguono l'attestazione/certificazione del livello di conoscenza della lingua italiana partecipano a corsi di formazione dedicati alla sicurezza e salute sui luoghi di lavoro; in particolare, vengono approfondite le condizioni contrattuali applicabili le procedure di ingresso in Italia. Gli alunni certificati vengono inoltre iscritti in apposite liste istituite presso il MLPS e, dietro presentazione di richiesta di nulla osta al lavoro subordinato,  possono far ingresso in Italia.

La formazione pre-partenza viene completata con adeguati percorsi di qualificazione e valorizzazione delle competenze professionali maturate nel Paese d'origine, da realizzarsi successivamente all'ingresso dei lavoratori stranieri in Italia al fine di adeguare le loro competenze agli standard del mercato del lavoro italiano.