Riferimenti normativi

 

(Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali)

L'articolo 27 della legge istituisce la Commissione di indagine sull’esclusione sociale. 

La Commissione può avvalersi della collaborazione di esperti e affidare la realizzazione di studi e ricerche ad istituzioni pubbliche o private, a gruppi o a singoli ricercatori mediante convenzioni. Per l’adempimento dei propri compiti la Commissione può avvalersi inoltre della collaborazione di tutte le amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, degli enti pubblici, delle regioni e degli enti locali. 

 

(Riordino degli organismi operanti presso il Ministero della solidarietà sociale in attuazione dell'articolo 29 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248)

Prevede che la Commissione continui ad operare presso il Ministero e ne dispone la riduzione dei componenti a 7.

  

  • Decreto ministeriale del 1° agosto 2007

Istituisce la nuova commissione; affida le funzioni di segreteria della Commissione al personale della Direzione generale per l’inclusione e i diritti sociali e la responsabilità sociale delle imprese (CSR), prevede le modalità di funzionamento.   


 

Riguarda gli organismi collegiali, la riduzione dei  costi degli apparati amministrativi e la durata degli organismi collegiali non soppressi perché di riconosciuta utilità sociale, la cui durata viene prorogata di due anni.   

 

  • Decreto Ministeriale del 5 aprile 2011

Rinomina i componenti della Commissione con le funzioni di segreteria tecnica affidate alla Direzione generale per l’inclusione e i diritti sociali e la responsabilità sociale delle imprese (CSR), ora denominata Direzione generale per l’inclusione e le politiche sociali, prevedendone le modalità di funzionamento.