Ufficio Consigliera Nazionale Parità Ufficio Consigliera Nazionale Parità
  • In Evidenza
  • 02/07/2012
  • AGI - Lavoro: Istat; disoccupazione al 10,1%, record giovani al 36,2%


Roma, 2 luglio 2012
AGI

 Cala leggermente la disoccupazione a maggio ma e' record per quella giovanile. Il tasso complessivo calcolato dall'Istat, si e' attestato al 10,1% contro il 10,2% di aprile, quando fu toccato il massimo dall'inizio delle serie storiche, e in aumento di 1,9 punti rispetto all'anno precedente. Tra i giovani di eta' compresa tra i 15 e i 24 anni, il tasso di disoccupazione raggiunge il 36,2%, in aumento di 0,9 punti percentuali rispetto ad aprile. Si tratta di un livello record sia rispetto all'inizio delle serie storiche mensili nel 2004 sia rispetto a quelle trimestrali nel quarto trimestre del 1992. A maggio gli occupati sono 23.034 mila, in aumento dello 0,3% rispetto ad aprile (60 mila unita'), la crescita dell'occupazione riguarda sia gli uomini sia le donne.

    Rispetto a maggio 2011 gli occupati crescono dello 0,4% (98 mila unita'). Il tasso di occupazione e' pari al 57,1%, in aumento nel confronto congiunturale di 0,1 punti percentuali e di 0,3 punti in termini tendenziali. Il numero dei disoccupati, pari a 2.584 mila, diminuisce dello 0,7% rispetto ad aprile (-18 mila unita'). Il calo riguarda sia gli uomini sia le donne. Su base annua si registra una crescita del 26% (534 mila unita'). Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuiscono dello 0,2% (-25 mila unita') rispetto al mese precedente. Il tasso di inattivita' si posiziona al 36,5%, con una flessione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 1,4 punti su base annua. L'occupazione cresce a maggio in termini congiunturali sia nella componente maschile (+0,2%), sia nella femminile (+0,4%). L'aumento tendenziale dell'occupazione e' determinato dalla crescita della sola componente femminile (1,6%), a fronte di una diminuzione di quella maschile (-0,4%).

    Il tasso di occupazione maschile, pari al 67,2%, aumenta di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile e diminuisce di 0,3 punti su base annua. Quello femminile, pari al 47,2%, aumenta di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,8 punti rispetto a dodici mesi prima. La diminuzione congiunturale della disoccupazione interessa sia la componente maschile sia quella femminile; gli uomini disoccupati diminuiscono dello 0,8% rispetto al mese precedente, le donne dello 0,6%. In termini tendenziali aumenta sia la disoccupazione maschile (28,2%) sia quella femminile (23,6%). Il tasso di disoccupazione maschile diminuisce di 0,1 punti percentuali nell'ultimo mese portandosi al 9,3%; anche quello femminile segna una variazione negativa di 0,1 punti e si attesta all'11,2%.     

    Rispetto all'anno precedente il tasso di disoccupazione maschile sale di 1,9 punti percentuali e quello femminile di 1,8 punti. L'inattivita' diminuisce dello 0,2% in confronto al mese precedente coinvolgendo sia la componente maschile (-0,1%) sia quella femminile (-0,2%). Rispetto a dodici mesi prima gli inattivi diminuiscono del 4,0%: in particolare la componente maschile si riduce del 4,4% e quella femminile del 3,8%.


.