Ufficio Consigliera Nazionale Parità Ufficio Consigliera Nazionale Parità
  • In Evidenza
  • 19/07/2012
  • Concluso il primo modulo del Corso di formazione sulle politiche di parità nella Pubblica Amministrazione per i dirigenti che ripartirà in settembre

    
    Si è concluso il primo modulo del Corso di formazione sulle politiche di parità nella Pubblica Amministrazione per i dirigenti e si riparte in settembre.

    Al termine delle tre giornate di lavoro dedicate ai dirigenti e ai Funzionari degli Uffici Territoriali e Centrali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sul tema delle politiche attive di pari opportunità e cambiamento nella Pubblica Amministrazione, le conclusioni sono state effettuate dal Segretario generale Matilde Mancini e dal Direttore generale, D.G. per le politiche del personale, l'innovazione, il bilancio e la logistica, Concetta Ferrari.

    Organizzato dal Ministero e dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Ufficio della Consigliera Nazionale di Parità, che ha visto docenti diversi relatori e relatrici esperti della materia, il Corso ha registrato un notevole gradimento dei partecipanti che hanno sottolineato la pragmaticità del metodo adottato.

    "Questo Corso - ribadisce la Consigliera Nazionale Alessandra Servidori – rappresenta una scelta importante, voluta dal Ministro Fornero e dalla Direzione ministeriale, sia per l’impegno della Pubblica Amministrazione, sia per l’importanza che riveste l’attività formativa".

    La Prof.ssa Servidori ha dichiarato inoltre che "promuovere gli strumenti a disposizione della Pubblica Amministrazione per sviluppare politiche attive di performance, per la formazione, la progressione di carriera, la prevenzione e la salute, il benessere sui luoghi di lavoro, significa attivare circoli virtuosi che sostengono una rinnovata collaborazione finalizzata a realizzare produttività, flessibilità e conciliazione lavorativa per lavoratrici e lavoratori in questa stagione nella quale è necessario accompagnare e promuovere le riforme".

.