Ufficio Consigliera Nazionale Parità Ufficio Consigliera Nazionale Parità
  • In Evidenza
  • 05/11/2012
  • Fondo assunzioni Decreto 5 ottobre 2012: già opzionati i 230 milioni di euro stanziati


FONDO ASSUNZIONI, E’ GIA’ GAME OVER
- Erano stati stanziati 230 milioni -

C’è una buona notizia: nelle aziende gli uffici del personale nelle scorse settimane hanno preparato le carte per assumere donne o giovani o per stabilizzare lavoratori prima impegnati con contratti "precari", collaborazioni o associazioni in partecipazione. I 232 milioni messi a diposizione dal ministro del Lavoro sono stati opzionati nel giro di una decina di giorni.

Ed è qui che si deve registrare la
cattiva notizia: gli incentivi per la stabilizzazione o i nuovi contratti si sono rivelati scarsi, soprattutto alla luce della riforma del lavoro, che ha reso più stringenti i requisiti per le collaborazioni coordinate e continuative, per i rapporti in partita Iva e per le associazioni in partecipazione.
Da qu
anto accaduto in questi giorni - la corsa a opzionare i bonus, fino a 12mila euro per la trasformazione di una collaborazione in un contratto a tempo indeterminato e con importi a scalare per gli altri casi ammessi all’agevolazione - occorre però imparare la lezione positiva. I comportamenti virtuosi vanno premiati, soprattutto in un momento di acuta difficoltà per l’ economia e per le aziende.
Con un piccolo bonus si ai
utano le imprese a valorizzare il patrimonio di risorse umane e - come sottolinea sempre il ministro Fornero - il personale, preparato e motivato, è uno dei fattori strategici per la competitività.
Rifinanzíare il fondo p
er la stabilizzazione e per le assunzioni è un messaggio di fiducia, per le imprese e per i lavoratori, soprattutto giovani e donne che finora, con la disoccupazione, hanno pagato un pezzo molto alto alla crisi.

Articolo tratto dal Sole 24ore di domenica 4 novembre 2012

.