Ufficio Consigliera Nazionale Parità Ufficio Consigliera Nazionale Parità
  • In Evidenza
  • 28/05/2014
  • Donne e over 50: contribuzione a carico del datore di lavoro dimezzata - Circolare INAIL n. 28/2014

L'INAIL, con la Circolare n. 28 del 23 maggio 2014, ha chiarito che la riduzione del 50% della contribuzione a carico del datore di lavoro – prevista per le assunzioni di cui all'art.4 co.8-11 della L.92/2012 - si estende anche ai premi INAIL.

In particolare, l'agevolazione è prevista per le assunzioni di:

lavoratori/trici  over 50, disoccupati a oltre 12 mesi;

donne di qualunque età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno ventiquattro mesi residenti in Italia;

donne di qualunque età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell'ambito dei fondi strutturali dell'Unione Europea e nelle aree previste dal regolamento comunitario (CE) n.800/2008 (art.2 punto 18 lett.e)),  individuate annualmente con  decreto ministeriale (per il 2013, stabilite dal Decreto 27/3/2008, che individua l'elenco delle aree ammesse agli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo 2007-2013);

donne di qualunque età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi con una professione o di un settore economico caratterizzati da un'accentuata disparità occupazionale di genere. Per questa ipotesi, sono stati già pubblicati i decreti interministeriali sia per l'anno 2013 che 2014.

Si ricorda che le disposizioni di cui sopra si riferiscono ad assunzioni sia a tempo pieno che parziale, anche in somministrazione, per contratti:

a tempo determinato, di durata non superiore a 12 mesi, ivi comprese eventuali proroghe;

a tempo indeterminato, per i quali l'agevolazione contributiva spetta per 18 mesi;

in caso di trasformazione a tempo indeterminato, per un limite massimo complessivo di 18 mesi, computando anche la durata del contratto a tempo determinato.
Le riduzioni spettano in presenza dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti dalla legge, inclusi quelli riguardanti la regolarità contributiva, che deve sussistere al momento della fruizione del beneficio.
.