Ufficio Consigliera Nazionale Parità Ufficio Consigliera Nazionale Parità
  • In Evidenza
  • 08/08/2014
  • "Tutti uomini del Presidente nel futuro Senato" - Alessandra Servidori

 

Studiare la situazione è sempre una gran bella iniziativa e aiuta ad essere lucidamente consapevoli. Così, stimolate dalla ricerca delle donne Verdi di Bolzano, denunciamo che le cravatte in Parlamento sono sempre troppe e le cose così come stanno non saranno migliori per quel che noi ci accaniamo giustamente a pretendere per applicare la Democrazia paritaria volgarmente definita quote rosa.

Stando alla discussa riforma del Senato in una Camera delle Regioni, la trappola è palese: nel futuro Senato ci saranno solamente maschi. Infatti dei 100 Senatori previsti 21 saranno sindaci/sindache, 74 consiglieri/e regionali e 5 saranno personalità nominate dal Presidente della Repubblica per i loro particolari meriti.

Allora guardiamo le composizioni dei Consigli regionali e anche già che ci siamo dei sindaci di aree metropolitane e vediamo subito che la democrazia paritaria è una evidente illusione e mistificazione. Infatti il flebile tentativo di inserire nell'articolo 55 il principio della rappresentanza paritaria di uomini e donne nelle leggi elettorali non sortirà alcun effetto. Anzi sarà ancora più evidente che le uniche signore che potranno accedere ai posti di comando politici saranno ancora una volta asservite al potere politico cravattaio. Non aspettiamo allora a chiedere con la testa alta e la schiena dritta di rappresentare quel 53% di elettorato femminile spalmato su tutta la nostra bella Italia!

I numeri parlano e la prospettiva è squallidamente evidente:

Valle d'Aosta: Consiglieri regionali 35 - donne 5 / uomini 30

Piemonte: Consiglieri regionali 50 - donne 13 / uomini 37

Lombardia: Consiglieri regionali 80 - donne14 / uomini 66

Trentino Alto Adige: Consiglieri regionali 70 - donne 16 / uomini 64

Veneto: Consiglieri regionali 60 - donne 4 / uomini 56

Friuli Venezia Giulia: Consiglieri regionali 49 - donne 10 / uomini 39

Liguria: Consiglieri regionali 40 - donne 5 / uomini 35

Emilia Romagna: Consiglieri regionali 50 - donne 10 / uomini 40

Toscana: Consiglieri regionali 55 - donne 10 / uomini 45

Umbria: Consiglieri regionali 31 - donne 5 / uomini 26

Marche: Consiglieri regionali 43 - donne 8 / uomini 35

Lazio: Consiglieri regionali 50 - donne 10 / uomini 40

Abruzzo: Consiglieri regionali 30 - donne 2 / uomini 28

Molise: Consiglieri regionali 21 - donne 3 / uomini 18

Campania: Consiglieri regionali 61 - donne 16 / uomini 45

Puglia: Consiglieri regionali 70 - donne 3 / uomini 67

Basilicata: Consiglieri regionali 20 - donne nessuna / uomini 20

Calabria: Consiglieri regionali 50 - donne 2 / uomini 48

Sicilia: Consiglieri regionali 90 - donne 13 / uomini 77

Sardegna: Consiglieri regionali 60 - donne 4 / uomini 56

 

ITALIA: CONSIGLIERI REGIONALI 1014 di cui 153 DONNE e 861 UOMINI - Percentuale donne pari al 15%

SINDACI AREE METROPOLITANE: 21 di cui 20 UOMINI e 1 DONNA (Valeria Mancinelli - Ancona)

 

QUESTI SONO I NUMERI E NON SONO BUGIE NE' GUFATE.

 

Alessandra Servidori

.