notizie

​24 febbraio 2016

Vigilanza nel Settore Agricolo

Comunicato stampa DTL Catanzaro

 

La Direzione Territoriale del Lavoro di Catanzaro  - Ufficio Relazioni con il Pubblico - informa che nel corso della settimana che va dal 14 al 20 febbraio u.s. il Nucleo Carabinieri in forza all’ Ufficio unitamente al personale ispettivo della stessa, nel corso delle attività di vigilanza  nel settore dell’agricoltura finalizzate al contrasto del lavoro sommerso (c.d. lavoro nero) ha portato a termine una brillante operazione a tutela delle condizioni di lavoro.

In particolare, è stata ispezionata un’azienda in agro del Comune di Botricello dove sono stati individuati intenti al lavoro 21 lavoratori, tutti irregolari (in pratica senza applicazione di alcuna norma a tutela dei lavoratori impegnati).

Da tale intervento sono scaturiti due tipi di conseguenze sanzionatorie, entrambe previste dalla normativa e finalizzate alla repressione di tale fenomeno.

Il primo è consistito nell’immediata sospensione dell’attività imprenditoriale, in quanto per i 21 lavoratori non è emersa una qualsivoglia documentazione attestante la regolare occupazione e, pertanto, si è proceduto a norma dell’art. 14 del D. Lgs. n. 81/2008, che contempla l’adozione del provvedimento di sospensione di un’attività imprenditoriale qualora venga riscontrato l’impiego di personale non in regola in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

Il secondo aspetto ha riguardato invece l’applicazione delle sanzioni amministrative che scaturiscono dall’irregolare impiego dei 21 lavoratori “in nero” (in pratica tutti quelli trovati sul luogo di lavoro), secondo la disciplina della “maxisanzione” recentemente ridisegnata dal D. Lgs. n. 151/2015.