Vai direttamente ai contenuti della pagina

seguici su:

 

 Previdenza obbligatoria pubblica e privata

Il sistema di tutela obbligatoria previsto nell'ordinamento previdenziale italiano è strutturato in due settori di riferimento, l'uno destinato ai lavoratori dipendenti, pubblici e privati, autonomi e collaboratori, gestito dall'INPS (che attualmente include anche le ex gestioni INPDAP ed ENPALS), l'altro, indirizzato alle categorie di liberi professionisti, gestito dagli enti previdenziali di diritto privato, istituiti con decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 (enti pubblici trasformati in associazioni o fondazioni con personalità giuridica di diritto privato) e con decreto 10 febbraio 1996, n. 103 (costituzione di fondazioni con personalità giuridica di diritto privato).

Per quanto riguarda il sistema previdenziale gestito dall'INPS, la Direzione generale per le politiche previdenziali e assicurative esercita la vigilanza giuridico-amministrativa di carattere generale, di indirizzo e controllo sull'INPS mediante attività istruttoria finalizzata alle procedure di nomina degli organi e dei commissari straordinari e ad acta del predetto Istituto, alle procedura di determinazione degli emolumenti degli organi monocratici e collegiali, all'esame delle determinazioni e delle delibere sull'ordinamento dei servizi e sulle dotazioni organiche, alla disciplina relativa al trattamento economico e giuridico del personale dipendente, all'esame delle verifiche amministrativo-contabili svolte dall'Ispettorato generale di finanza del Ministero dell'economia e agli adempimenti conseguenti, all'esame dei rilievi e dell'attività di referto del collegio sindacali dell'INPS.

Inoltre, si occupa di coordinamento, analisi e applicazione della normativa in materia contributi e trattamenti pensionistici dell'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, vecchiaia e superstiti, ivi inclusi i provvedimenti attuativi in tema di riforma delle pensioni e di armonizzazione dei regimi previdenziali. E' competente in materia di forme esclusive, sostitutive ed integrative dell'assicurazione generale obbligatoria; Gestione separata INPS; Fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica; totalizzazione, ricongiunzione e cumulo dei periodi assicurativi; Fondo di previdenza per le persone che svolgono lavori di cura non retribuiti derivanti da responsabilità familiari. Ha competenza in materia di criteri di iscrivibilità all'assicurazione generale obbligatoria e alle forme sostitutive ed esclusive della stessa, di determinazione delle basi imponibili per il calcolo dei contributi, di sgravi, condoni, regolarizzazione del lavoro sommerso ed altri agevolazioni, di rateizzazione dei debiti per i contributi previdenziali ed oneri accessori, di contributi di solidarietà, di riduzione del tasso di interesse e delle sanzioni aggiuntive per aziende in crisi, di autorizzazioni alla riscossione dei contributi associativi sindacali e dei contributi per l'assistenza contrattuale, di trattamenti di fine rapporto e di fine servizio, comunque denominati, dei pubblici dipendenti.

Per quanto riguarda il sistema previdenziale gestito dagli enti con personalità giuridica di diritto privato, la medesima  Direzione generale per le politiche previdenziali e assicurative, sotto il profilo giuridico-amministrativo, esamina e approva o rigetta le delibere adottate dagli enti con personalità giuridica di diritto privato in materia di contributi e prestazioni e quelle aventi ad oggetto le modifiche degli statuti e dei regolamenti (di attuazione dello Statuto, di previdenza, di contabilità, di assistenza, elettorale ecc. ecc.) Svolge, inoltre, un'attività di verifica sulla sostenibilità e adeguatezza delle prestazioni previdenziali erogate dagli enti, interagendo con COVIP nel controllo sulle politiche di investimento e sulla composizione del patrimonio degli enti medesimi.

 

 

Principali fonti normative

 

 

Legge n. 208 del 28 dicembre 2015
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2016)

•  Legge 10 ottobre 2014 n. 147
Modifiche alla disciplina dei requisiti per la fruizione delle deroghe riguardanti l’accesso al trattamento pensionistico

•  Legge 27 dicembre 2013 n. 147 
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2014)

 • Decreto Legge n. 102 del 31 agosto 2013
Disposizioni urgenti in materia di IMU, di altra fiscalità immobiliare, di sostegno alla politiche abitative e di finanza locale, nonché di cassa integrazione guadagni e di trattamenti

• Legge n. 228 del 24 dicembre 2012
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)

Decreto Interministeriale dell'8 ottobre 2012
Attuazione dell'articolo 22, comma 1, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, relativo alla salvaguardia dei lavoratori dall'incremento dei requisiti di accesso al sistema pensionistico

Decreto Legge n. 95 del 6 luglio 2012, convertito con modificazioni dalla Legge n. 135 del 7 agosto 2012
Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini

Decreto Interministeriale del 1 giugno 2012
Modalita' di attuazione del comma 14 dell'articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 e determinazione del limite massimo numerico dei soggetti interessati ai fini della concessione dei benefici pensionistici di cui al comma 14 del medesimo articolo

• Decreto Legge n. 216 del 29 dicembre 2011, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 14 del 24 febbraio 2012
Proroga di termini previsti da disposizioni legislative

• Decreto Legge n. 138 del 13 agosto 2011, convertito con modificazioni, dalla Legge n. 148 del 14 settembre 2011
Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo

• Decreto Legge n. 98 del 6 luglio 2011, convertito con modificazioni, dalla Legge n. 111 del 15 luglio 2011
Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria

Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni, dalla Legge n. 214 del 22 dicembre
Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici

Legge n. 183 del 12 novembre 2011 (formato .pdf 226 Kb)
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato

Decreto Legge n. 78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122 del 30 luglio 2010
Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica

Decreto Legge n. 78 del 1 luglio 2009, convertito con modificazioni dalla Legge n. 102 del 3 agosto 2009
Provvedimenti anticrisi, nonché proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali

Legge n. 247 del 24 dicembre 2007 (formato .pdf 336 Kb)
Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l’equità e la crescita sostenibili, nonché ulteriori norme in materia di lavoro e previdenza sociale

Decreto Legislativo n. 42 del 2 febbraio 2006 (formato .pdf 27 Kb)
Disciplina in materia di totalizzazione dei periodi contributivi

Legge delega n. 243 del 23 agosto 2004
Incentivo al posticipo del pensionamento (D.I. 6 ottobre 2004)

Art. 59 della Legge n. 449 del 27 dicembre 1997 (Legge Finanziaria 1998) (formato .pdf 72 Kb)

Legge n. 335 dell'8 agosto 1995 (formato .pdf 642 Kb)
Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare

Decreto Legislativo n. 503 del 30 dicembre 1992 (formato .pdf 162 Kb)